Rajlakshmi Cotton - India

 

La Cooperativa Fair
Cooperativa sociale, sorta a Genova nel 2006 e attiva in ambiti molteplici, fra cui consulenza e formazione sulle economie solidali, comunicazione sociale e cooperazione internazionale. Le attività sono gestite grazie alla collaborazione con un pool di professionisti, esperti ed operatori, e i destinatari sono le organizzazioni del commercio equo e solidale, del terzo settore in generale e piccole imprese. Nel corso degli anni la cooperativa ha avviato una fitta rete di contatti e collaborazioni con organizzazioni partner.

Il Progetto Rajlakshmi Cotton in India
La filiera del cotone, in virtù dei forti elementi di criticità che presenta a livello ambientale, sociale ed economico, rappresenta senza dubbio una delle sfide più ardue per l'economia solidale. L'India rappresenta, all'interno di questa importantissima risorsa economica mondiale, uno dei punti geografici di maggior produzione e investimento.
rajlakshmi cotton
 
 
I prodotti di Rajlakshmi Cotton e hanno come prime tre cifre del codice prodotto: 734
 
  
  
 
 
 Per visualizzare i prodotti clicca qui  
  
     
     
Non deve quindi sorprendere che, nei a distretti caratterizzati da una forte specializzazione in uno o più degli elementi della filiera (coltivazione del cotone, filatura, confezionamento, commercializzazione) si siano create situazioni estremamente difficili per l'ambiente, i lavoratori e la popolazione residente.
Il progetto a cui partecipa la cooperativa Fair, in collaborazione con altre organizzazioni no profit europee, intende sostenere esperienze alternative di filiera in questo ambito variegato e complesso, dalla produzione del cotone biologico al confezionamento finale. Partner indiano centrale di tutta l'iniziativa è la Rajlakshmi Cotton Mills P Ltd, impresa privata che produce ed esporta prodotti tessili e che ha scelto, insieme a poche altre del suo settore, di investire sulle persone e sull'ambiente. L'azienda, infatti, partecipa al Mahima Organic Project e al Solidaridad-VOFA Project. Il primo, avviato nella zona di Indore, nella zona centrale del paese (stato di Madhya Pradesh), coinvolge numerosi piccoli produttori di cotone organico. Mahima Organics è l'organizzazione che si occupa di garantire la formazione, il coordinamento delle attività e la vendita dei semi di cotone. Il Solidaridad Project - sviluppato nello stato dell'Andhra Pradesh, nel sudest dell'India, e lanciato nel 2003 dalla organizzazione olandese Solidaridad - è formato anch'esso da piccoli produttori che coltivano campi totalmente privi di irrigazione artificiale, dipendenti quindi dalla piovosità. A questo si collega anche il VOFA Project, composto invece da produttori di maggiori dimensioni, coordinati e formati all'interno della filiera. Entrambi i progetti sono certificati FLO. Tutte le fibre di cotone sono acquistate e filate nell'impresa Maikaal Fibers Ltd, (vicino Indore, in India centrale), la prima in India a trasformare il cotone organico certificato in fibra e filato (e attualmente certificata da FLO). I progetti di cotone organico e tutte le unità produttive sono certificati da SKAL (organizzazione olandese accreditata da IFOAM) e sono conformi alle pratiche del commercio equo e solidale. Nel 2002 inoltre è nata Green License, moderno stabilimento dedicato al confezionamento che impiega oggi circa 120 persone ed è in regola con le richieste contenute nel codice di condotta della Clean Clothes Campaign.


 

Per maggiori informazioni:
www.faircoop.it
www.abitipuliti.org

           
  
           
   
           
      
           

 

© 2010 Infinity P.IVA 02575550047