Candela - Per¨

 























































































































































Candela è un’associazione nata nel 1989 con l’obiettivo di sostenere piccole organizzazioni di produttori peruviani. Dal 1995 l’attività è stata ristretta ai produttori della “Castaña Peruana”, nota come noce dell’Amazzonia e particolarmente coltivata nella foresta amazzonica intorno a Puerto Maldonado (parte sud-orientale del Perù, al confine con Bolivia e Brasile). La decisione di concentrare gli sforzi su questo particolare frutto venne presa in seguito a un monitoraggio che rivelò l’importanza della noce per l’economia di numerose comunità della foresta amazzonica e, nello stesso tempo, l’esistenza di una filiera commerciale particolarmente sfavorevole per i raccoglitori-produttori.

Nella struttura di Candela lavorano nove persone, distribuite nelle due sedi di Lima e Puerto Maldonado. Gli edifici della capitale ospitano gli uffici, i magazzini per l’esportazione, oltre a un piccolo impianto per la produzione dell’olio di noce e il laboratorio artigianale per l’elaborazione delle candele profumate a partire dal guscio del frutto.


 
 
 
I prodotti di Candela hanno come prime tre cifre del codice prodotto: 074

 
  
  
 
 
 Per visualizzare i prodotti alimentari, clicca qui

Per visualizzare i prodotti artigianato, clicca qui
 
  
 
 
 

 
  
     
     

Nell’aprile del 2003 è stato siglato un accordo con “RONAP”, un’associazione che riunisce numerosi raccoglitori-produttori biologici di noce amazzonica. L’accordo tra le due realtà, denominato “Alianza entre Candela Perú y RONAP”, si pone un duplice obiettivo: rafforzare la collaborazione tra i raccoglitori e Candela e sviluppare un progetto comune di azione nell’ambito del Commercio Equo e Solidale.


I termini dell’accordo sono così riassumibili: miglioramento della qualità dei processi di raccolta, immagazzinamento e trasformazione della noce amazzonica; ricerca e sviluppo del mercato equo e solidale per quanto riguarda la noce biologica dell’Amazzonia; realizzazione di corsi di formazione; reperimento di risorse per finanziare progetti a favore dei produttori; informatizzazione delle attività e sito internet; sostegno economico ai raccoglitori della noce (“castañeros”).


Il lavoro che sta impegnando Candela e RONAP riguarda soprattutto l’armonizzazione delle due organizzazioni all’interno della “Alianza”, con l’obiettivo di costituire un organismo unico, in grado di rappresentare tutte le realtà coinvolte nel processo produttivo e commerciale della noce amazzonica del Perù. Il percorso, tuttavia, non è semplice, perché i produttori-raccoglitori sono di spirito abbastanza individualista, e faticano a integrarsi in una struttura di questo tipo. 
 

Il “Castañero”


Il raccoglitore-produttore, della noce amazzonica o “castañero” è una figura importante della foresta peruviana, rappresentando un’attività centrale per quel territorio. Esistono due tipologie differenti, a seconda della zona in cui operano i raccoglitori: il “castañero del rio” e quello del “castañal”. Il primo è un raccoglitore nomade, che individua una zona ricca di alberi, raccoglie le noci e le vende, utilizzando generalmente il fiume come mezzo di spostamento. Il secondo ha avuto in concessione dal governo lo sfruttamento di una data zona di foresta (denominata, appunto, “castañal”), che cura costantemente e per tutto l’anno; quest’ultimo tipo di produttore può anche disporre di attrezzature e impianti per tutto il ciclo di lavorazione della noce (immagazzinamento, essiccazione e sgusciatura) o solo per una parte di questo.


 

RONAP


“RONAP” (Organización de Recoletores Organicos de la Nuez Amazónica del Perú) rappresenta numerosi raccoglitori – produttori di noce dell’Amazzonia. L’associazione, nata nell’aprile del 2002, si propone di perseguire vari obiettivi: ampliamento della produzione di noce amazzonica in forma biologica; corsi di formazione per i propri associati, volti alla produzione biologica e alla salvaguardia dell’ambiente; stabilizzazione del prezzo, assumendo i criteri del Commercio Equo e Solidale; relazione con importatori del Fair Trade, grazie alla collaborazione con Candela;


Fanno parte di RONAP produttori distribuiti in cinque distretti del dipartimento amazzonico di “Madre de Dios”: Planchón Mavila, La Novia-San Lorenzo, Lago Valencia, Palma Real e Piedras. I produttori di ognuna di queste zone eleggono un rappresentante che si relaziona costantemente con il Consiglio Direttivo, costituito da 5 persone ed eletto dall’Assemblea. Il Consiglio Direttivo resta in carica quattro anni, con un rinnovo parziale delle cariche a metà mandato. L’Assemblea si riunisce in forma plenaria con cadenza annuale.


All’atto della costituzione dell’associazione hanno aderito 45 produttori, che diventeranno un centinaio circa entro il 2006. La certificazione biologica per i produttori è stata ottenuta anche con l’appoggio di Candela.


 

Il centro di raccolta e trasformazione di Candela


Nella città di Puerto Maldonado Candela ha avviato un centro attrezzato per il ricevimento, l’immagazzinamento, la trasformazione e la spedizione a Lima della noce dell’Amazzonia. I produttori che conferiscono le noci a Candela sono quelli appartenenti a RONAP, e tutto il prodotto viene venduto a questo centro. L’obiettivo per i prossimi anni è far sì che tutte le noci possano essere vendute attraverso il mercato equo e solidale.


Nel centro di raccolta lavorano circa 75-80 operai stagionali, pagati in base alla quantità trasformata. Fino a poco tempo fa la retribuzione avveniva con un fisso mensile poi, in seguito a divergenze con i raccoglitori, retribuiti in base alla quantità consegnata, anche gli stagionali sono pagati in base alla quantità trasformata, pur mantenendo un sistema di gratificazioni.


 

Il centro di immagazzinamento per  l’export


Nella sede di Lima si trovano gli uffici di Candela, il magazzino per l’export, il laboratorio di spremitura dell’olio di noce e quello per  la lavorazione dei gusci (candele profumate).


L’olio di noce, utilizzato come alimentare e nella cosmesi, si estrae, per pressione, dalla pasta di noci di seconda e terza qualità (ossia quelle rotte). Il prezzo di mercato dell’olio di noce è soggetto a notevoli variazioni: ad esempio, tra il 2001 e il 2002 la quotazione è scesa da 14,30$/Kg a 9,95$/Kg.


Le noci che arrivano in sacchi, mediante camion, da Puerto Maldonado, vengono stoccate in magazzino in attesa della sistemazione nei container e della spedizione ai clienti.


Il laboratorio delle candele profumate utilizza il guscio esterno della noce dell’Amazzonia, duro e fibroso, per la produzione delle candele profumate. Prima di giungere al laboratorio di Lima, il guscio ha già subito un primo processo di pulizia nel centro di Maldonado (lavaggio esterno e  prima pulizia della parte interna). Successivamente, il guscio è lasciato asciugare e viene inviato, in sacchi, al laboratorio delle candele, dove subisce una seconda pulizia e una levigatura, così da ottenere una superficie adatta per la cera profumata. Le candele profumate così realizzate si pongono nell’imballaggio e nei cartoni pronti per la spedizione e l’export.


            
            
            
            

 

© 2010 Infinity P.IVA 02575550047