Cooperativa Central de Reforma Agraria do Paraná - Brasile

 

In seguito allo sviluppo del Movimento dei Sem Terra, volto alla rivendicazione e all’occupazione di terre per il sostentamento della popolazione rurale più povera dei territori del Nord-Est brasiliano, si rese necessaria la costituzione di strutture organizzate per la gestione dell’attività economica. La Cooperativa Central de Reforma Agraria do Paraná nacque proprio con l’obiettivo di coordinare la trasformazione e la vendita di alcuni prodotti agricoli delle famiglie appartenenti al movimento. Lo Stato del Paraná, infatti, è caratterizzato da un’economia prevalentemente rurale, ed è composto da distretti in cui il problema della fame e del sostentamento tocca ancora una fascia rilevante della popolazione.

La cooperativa si pone l’obiettivo di appoggiare lo sviluppo delle aree occupate, fornendo assistenza tecnica, formazione professionale e tecnologia per la trasformazione dei prodotti. L’impianto per la lavorazione della yerba mate è ubicato nella città di Santa Maria de Oeste.

 
 
 
 
     
         
         
 
 
  Per visualizzare i prodotti, clicca qui

(tisana ai frutti)
 
   
 
 
   
   
         
         

La cooperativa è formata da un’Assemblea Generale, formata da delegati di tutti i gruppi, e da un  Consiglio Amministrativo che viene rinnovato ogni 4 anni. Per le decisioni operative, il Consiglio si avvale della consulenza dei settori cooperazione, ambiente e produzione. I gruppi associati sono otto, per un totale di circa 350 famiglie coltivatrici coinvolte nella produzione di yerba mate. Per il funzionamento della struttura (produzione, amministrazione, marketing, ecc.) sono impiegate circa 60 persone.

La  formazione si avvale dell’assistenza tecnica di ingegneri agronomi, veterinari e tecnici. I produttori e le loro famiglie sono assistiti da tre centri di formazione in ambito agroecologico e produttivo. Ogni gruppo sviluppa programmi di sensibilizzazione e formazione in tema di diritti umani e sociali, tra cui spicca il forte appoggio alla riforma agraria a livello regionale e nazionale.

Il Governo Federale, infatti, ha concesso terreni a beneficio dei coltivatori, iniziando un processo di regolarizzazione delle occupazioni. Il resto della terra appartiene a piccoli produttori soci; la parte dei terreni concessi dal governo, invece, è gestito in forma comunitaria.

Il prezzo al produttore è di circa 0,07 euro al Kg di yerba mate verde (resa dall’8 al 12%). Il prodotto finito (dati 2003) spunta un prezzo FOB di 2,26 dollari (circa 2 euro) per ogni Kg.

 

Il Movimento dei Sem Terra

Nel 1984, in una chiesa vicino alla città di Cascavel (Paraná) ottanta rappresentanti di associazioni contadine di 13 stati si riunivano per affrontare il grave problema dell’espropriazione della terra, causata dalla crescente meccanizzazione dell’agricoltura brasiliana. Nasceva allora uno dei fenomeni sociali più importanti dell’America Latina: il Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra (Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra - MST). Da allora il MST si è battuto e continua a battersi per il diritto alla terra di migliaia di contadini brasiliani, organizzando marce, occupando terreni e mobilizzando le coscienze della gente.

Sem Terra è un movimento popolare a forte connotazione sindacale al quale tutti possono accedere (anche i non contadini). Le principali rivendicazioni riguardano il diritto alla terra, le infrastrutture, il credito e il prezzo dei generi alimentari di prima necessità e quelli prodotti dai contadini. La direzione è svolta da un gruppo di 21 persone, elette in un incontro nazionale. La filosofia dei Sem Terra è molto vicina all’esperienza della Teologia della Liberazione, ed è aperta alle più diverse esperienze politiche, religiose e sociali (“Usiamo le idee che danno risultati qui da noi, nella nostra esperienza”).

La riforma agraria è vista come l’unica soluzione in grado di eliminare la povertà delle popolazioni rurali brasiliane, ma che nessun governo brasiliano ha ancora mai attuato in maniera decisa. «La riforma agraria si puo’ fare solo attraverso la lotta di massa, poiché l’unica cosa che può cambiare la società è il popolo organizzato», sostiene la direzione nazionale del MST.

 
© 2010 Infinity P.IVA 02575550047